Il fascino dell’ignoto

Ogni giorno è una scoperta affascinante. Ogni giorno scopri quanto sia strano il mondo e le persone che lo vivono. Quanto l’ignoto e tutto ciò che ci è sconosciuto ci attrae, come una calamita. Forse c’è un ricerca inconscia di cose nuove o forse una fuga costante da ciò che invece conosciamo… forse perché non siamo più in grado di affrontare la realtà. Chissà. Chissà perché ogni volta che chiami un cliente questo inevitabilmente non risponde… chissà perché poi non richiama, chissà… eppure è di qualche giorno fa

guardiamoci negli occhi

un’indagine che ha stabilito come durante il giorno lo sport preferito degli italiani sia guardare il telefonino. Se giri per le strade, come faccio io quotidianamente, vedi la maggior parte delle persone intente a parlare la telefono, a messaggiare a giocare con il telefonino.

Come mai allora se chiami il cliente non risponde? Forse proprio lui è uno tra i pochissimi che confermano l’eccezione della regola. Quello che… il telefonino non lo usa, che quando è sul lavoro non ha tempo da perdere, che… “guarda, io il telefono faccio fatica a capire come funziona…”. Probabilmente è proprio lui. Tra l’altro deve avere anche un telefono, sempre lui il mio cliente, che nonostante la mia chiamata arrivi con numero in chiaro…. il telefono probabilmente non riesce a memorizzare il numero in entrata visto che poi non succede di essere richiamato.

Stranamente poi qualche volta capita che nella foga di chiamare i vari clienti o amici vari sbaglio a digitare il numero e….. incredibile ma vero… udite udite, ecco pronta la risposta dall’altra parte dell’etere… qualche volta con un po’ di stupore, qualche volta con un po’ di insofferenza, qualche volta con una semplice risposta: “ha sbagliato numero”. Succede.

Succede anche di non ricevere una pronta risposta, succede. Poi, però, ecco la chiamata: “ho ricevuto una telefonata da questo numero…!?” Il fascino dell’ignoto colpisce ancora.

Certo quanto ti chiama qualcuno che conosci che gusto c’è? Sai già cosa vuole, forse. Probabilmente non sai cosa dire o cosa rispondere… succede. Ma perché la gente non impara a dire ciò che pensa senza dover ricorrere a banali scuse, ad affrontare le situazioni senza alcun timore e con sincerità? Che poi, con tutta franchezza, che male c’è a dire che un immobile non ti piace o non ti interessa? Troppo facile forse, troppo semplice e forse banale essere ciò che si è. Chissà perché la gente ha bisogno di sfuggire alle situazioni, forse per il bisogno di recitare una parte o di inventarsi ogni giorno qualcosa di nuovo… il fascino dell’ignoto colpisce ancora.

Buona giornata a tutte le persone sincere.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...