Volori OMI – considerazioni

L’agenzia del territorio pubblica ogni semestre le quotazioni immobiliari su tutto il territorio nazionale. In sostanza è possibile avere un osservatorio piuttosto preciso dei valori immobiliari stimati dall’agenzia su tutto il territorio italiano e suddiviso per Città e quartieri (clicca qui per verdere i valori della tua città).
Servizio interessante per gli operatori immobiliari che possono così conoscere meglio i valori “minimi” e “massimi” di vendita stimati dall’agenzia del Territorio.
La stima oltre ad avere una valenza di “servizio pubblico” ha anche una inevitabile valenza di controllo sulle compravendite. Ne consegue che di fronte alla registrazione di un contratto di compravendita immobiliare (nuova costruzione) scatti automaticamente la verifica con i valori O.M.I. Insomma, tanto per dire le cose come sono, se l’agenzia del territorio dice che un immobile nella città X vale Euro Y mq…. è evidente che l’agenzia delle entratre verifichi che il prezzo dichiarato nell’atto di compravendita non sia inferiore al minimo stimato… altrimenti si presume un pagamento non lecito.
Purtroppo, a mio modo di vedere, non sempre le stime sono precise poichè non possono tenere conto delle peculiarità dei singoli appartamenti e contesti. Ad esmpio nello stesso condominio potremmo avere due appartamenti delle medesime dimensioni e caratteristiche ma uno posto all’ultimo piano con vista panoramica e un’altro posto al piano terra, fronte strada (magari di forte passaggio).. dico ciò perchè, se da un lato capitano casi limite dove la valutazione dell’agenzia del territorio ed il valore reale di mercato dell’immobile è veramente abissale…., dall’altro in caso di acquisto da impresa di costruzioni bisognerà fare attenzione che il valore di acquisto non sia inferiore alla valutazione OMI. Inutile dire e ribadire che dichiarare un valore diverso da quello acquistato è reato penale, ma oltremodo stupido poichè le somme risparmiate sono esigue ed i controlli comunque facili viste le nuove disposizioni: vedi modalità di pagamento da inserire nell’atto di compravendita. Ormai, alle soglie del 2010, credo che non vi siano più imprese e privati così sprovveduti da avere atteggiamenti così inopportuni,. Vi sono, però, molti casi invece dove (conosco molte imprese, soprattutto a carattere familiare, che ancora ignorano l’esistenza dei valori OMI) non ci si preoccupa di verificare il valore attribuito dall’agenzia del territorio.  E’ evidente che se un costruttore volesse vendere un appartamento ad un prezzo di favore (situazione + che lecita tra amici e/o parenti) ed il prezzo indicato fosse inferiore ai famigerati valori OMI…. l’accertamento scatta sicuro.
Scarica la guida direttamente dal sito dell’agenzia del territorio –>> clicca qui
Inoltre in una situazione di mercato come questa dove i volori di vendita vengono rivisti al ribasso, e non certo per il piacere del venditore… attenzione che in alcuni casi il valore troppo basso potrebbe precludere la possibilità di vendita. Insomma, cornuti e mazziati.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...