Mondo del lavoro: precisazione del Ministero sull’apprendistato

Oggetto: PRECISAZIONI DEL MINISTERO SULL’APPRENDISTATO

Termine del regime transitorio
Per i contratti stipulati dal 26 aprile 2012, le disposizioni del Testo Unico sostituiscono integralmente la previgente normativa regolamentare e sanzionatoria che resta in vigore solo per i contratti di apprendistato già in essere alla data del 25 aprile 2012 e fino alla loro naturale conclusione.

Obbligatorietà dell’offerta formativa dell’apprendistato professionalizzante

Il Testo Unico prevede un’integrazione tra:

  • una formazione di tipo professionalizzante e di mestiere, disciplinata dalla contrattazione collettiva e svolta sotto la responsabilità dell’azienda;
  • l’offerta formativa pubblica, interna o esterna all’azienda, finalizzata all’acquisizione di competenze di base e trasversali.

La disciplina e la programmazione dell’offerta formativa pubblica sono rimesse alle Regioni e alle Province Autonome, nei limiti delle risorse annualmente disponibili. L’offerta formativa professionalizzante è obbligatoria e a carico dell’impresa, senza escludere la possibilità che le Regioni, nell’ambito della loro responsabilità e autonomia, possano decidere di riservarvi forme di finanziamento o altre agevolazioni. In assenza dell’offerta formativa pubblica integrativa, l’apprendistato professionalizzante può essere sempre attivato sulla base della disciplina contrattuale vigente.

L’offerta formativa pubblica integrativa sarà da intendersi formazione obbligatoria nella misura in cui:

  • sia disciplinata come tale nell’ambito della regolamentazione regionale, anche attraverso specifici accordi;
  • sia realmente disponibile ed accessibile per l’impresa e per l’apprendista;
  • sia definita obbligatoria in via sussidiaria dalla disciplina contrattuale.

A prescindere dall’offerta formativa, sono comunque operativi gli obblighi formativi previsti in materia di sicurezza sul lavoro di cui al D.Lgs. n.81/08 e ai relativi accordi attuativi.

Durata del contratto di apprendistato

La durata del contratto è, in via generale, da riferirsi alla durata della sua componente formativa, con la conseguenza che, per tutte e tre le tipologie di apprendistato, laddove gli obiettivi formativi vengano raggiunti prima dei termini fissati dal contratto, venendo meno con la formazione una componente sostanziale dell’istituto, l’apprendistato si intende portato a buon fine e da quel momento decorrono per l’apprendista e per l’azienda i termini di preavviso per il recesso o per la prosecuzione a tempo Indeterminato del rapporto di lavoro.

Si ringrazia per le informazioni:

CONSULENZA & SERVIZI
LAVORO – GESTIONE AZIENDALE

DR. MICHELE CORBETTA

via Montenero 12/a
22044 – Inverigo (CO)
Cell.393.2006446
mcorbetta63@gmail.com