DDL Stabilità e Sicurezza in Azienda

Oggetto: DDL Stabilità; Sconto Inps per settore edile; Indicazioni del Ministero del Lavoro sulla Sicurezza in Azienda.

APPROVATA IL DDL STABILITA’ 2013

Il Consiglio dei Ministri, nella seduta del 9 ottobre 2012 n.49, ha approvato il DDL stabilità 2013 (la ex Legge Finanziaria) che sarà presentato al Parlamento entro il 15 ottobre p.v..
Gli obiettivi che il Governo intende perseguire sono essenzialmente 5:

  • evitare l’aumento di due punti percentuali dell’IVA a partire da giugno 2013 (la legislazione vigente prevede l’aumento dell’IVA a partire dal primo giugno 2013, mentre la legge di stabilità stabilisce che l’aumento venga dimezzato).
  • prevedere nuovi incentivi per l’aumento della produttività;
  • introdurre garanzie per gli esodati attraverso l’istituzione di un Fondo di salvaguardia;
  • individuare la copertura del quadro esigenziale dei Ministeri per il 2013;
  • disporre il pagamento degli arretrati delle PA.

La legge di stabilità prevede anche la rimodulazione di alcune tax expenditures per i redditi superiori ai 15mila euro. In particolare viene introdotta una franchigia di 250 Euro per alcune deduzioni e detrazioni IRPEF e, per le sole detrazioni, si fissa il tetto massimo di detraibilità a 3.000 euro. Inoltre viene prevista l’assoggettabilità ad IRPEF anche delle pensioni di guerra e di invalidità.
Al fine di introdurre un importante elemento di equità nella revisione della tassazione sui redditi e agevolare i consumi delle famiglie dal reddito più basso, la legge di stabilità introduce inoltre una riduzione di un punto percentuale (da 23 a 22 punti e da 27 a 26) dell’aliquota IRPEF sui primi due scaglioni di reddito (da 0 a 15mila euro e da 15mila a 28mila euro).

INPS: SCONTO 11,5% SETTORE EDILE CONFERMATO PER L’ANNO 2012

Si comunica che l’Inps, con messaggio 31 agosto 2012, n.14113, ha precisato che anche per l’anno 2012 le aziende edili potranno applicare lo sgravio contributivo specifico del predetto settore nella misura prevista per l’anno 2011, pari all’11,50%.
A tal riguardo si ricorda che, in assenza del decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali volto a confermare e/o rideterminare la misura dello sgravio, lo stesso si applica nella misura vigente per l’anno precedente.
Essendo, pertanto, scaduto il termine del 31 luglio 2012 senza l’emanazione del predetto decreto, la misura agevolativa è confermata, anche per l’anno 2012, nella misura dell’11,50%.

In merito alla fruizione dello sgravio dell’11,50%, l’Inps, ricordando precedenti istruzioni, precisa che:

  • il beneficio si applica alle contribuzioni che non riguardino il Fondo pensioni lavoratori dipendenti e riguarda solo gli operai occupati con un orario di lavoro di 40 ore settimanali;
  • lo sgravio è applicabile per i periodi di paga da gennaio a dicembre 2012; a tal fine le aziende autorizzate potranno esporre lo sgravio nel flusso UniEmens
  • per poter fruire dello sgravio è necessario inoltrare apposita istanza telematica
  • per quanto attiene alla determinazione del beneficio, le aliquote contributive da considerare sono quelle in vigore, per i diversi settori di attività (Industria e Artigianato), dal 1° gennaio 2012.
  • il diritto e la misura dello sgravio si consolideranno definitivamente entro il 15 dicembre, data entro cui dovrebbe essere emanato il decreto ministeriale previsto dalla normativa vigente.

SICUREZZA: CHIARIMENTI PER PROFESSIONISTI, TIROCINANTI E LAVORO ACCESSORIO

Il Ministero del Lavoro ha aggiornato le FAQ in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro, pubblicando la risposta a quesiti in materia di lavoratori autonomi, impresa familiare, stage e tirocini formativi, formazione degli addetti al primo soccorso e microclima.
Il Dicastero ha sottolineato quanto segue:

  • i lavoratori autonomi che compiono opere o servizi ai sensi dell’art. 2222 c.c., non sono obbligati a redigere il documento di valutazione dei rischi, atteso che tale obbligo incombe unicamente in capo a chi riveste la qualifica di datore di lavoro;
  • per le ipotesi di utilizzo di lavoro occasionale di tipo accessorio, nei confronti dei lavoratori occasionali andranno ottemperati tutti gli obblighi di cui al D.Lgs. n. 81/2008, compresi quello di informare e formare il lavoratore, di dotarlo dei dispositivi di protezione individuale e di sottoporlo a sorveglianza sanitaria nel casi previsti;
  • all’impresa familiare ex art. 230-bis c.c. si applicano le disposizioni specifiche di cui all’art. 21 del D.Lgs. 81/2008, ma se i componenti dell’impresa assumono la veste di lavoratori, con un vero e proprio rapporto di subordinazione, al titolare dell’impresa familiare, nella sua qualità di datore di lavoro, faranno capo gli obblighi di adottare tutte le misure di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro di cui al T.U. in esame;
  • se presso un’azienda o uno studio professionale sono presenti soggetti che svolgano stage o tirocini formativi, il datore di lavoro è tenuto ad osservare tutti gli obblighi previsti al D.Lgs. n. 81/2008 al fine di garantire la salute e sicurezza degli stessi e, quindi, adempiere gli obblighi formativi connessi alla specifica attività svolta;
  • la formazione degli addetti al primo soccorso può essere effettuata solo in parte in modalità elearning, atteso che è necessaria anche una parte pratica con un approccio di carattere operativo;
  • il controllo sulle disposizioni in materia di microclima è affidato alle ASL competenti per territorio e, per quanto di competenza, dei Vigili del Fuoco.

Si ringrazia per le informazioni:

CONSULENZA & SERVIZI
LAVORO – GESTIONE AZIENDALE

DR. MICHELE CORBETTA

via Montenero 12/a
22044 – Inverigo (CO)
Cell.393.2006446
mcorbetta63@gmail.com