Gestione del personale – Apprendistato

APPRENDISTATO: L’INPS RIEPILOGA LE DISPOSIZIONI IN MATERIA CONTRIBUTIVA – Circolare 02/11/2012 – n.128

L’INPS, con la circolare n. 128 del 2 novembre 2012, ha fornito un importante quadro di sintesi delle novità in materia di apprendistato, con particolare riferimento agli aspetti contributivi connessi alla materia.

In particolare, si pongono in evidenza i seguenti contenuti del documento:
– dal 1° gennaio 2013 anche gli apprendisti saranno destinatari dell’ASpI. Con la medesima decorrenza, muterà anche il carico contributivo aziendale, che risentirà dell’aumento derivante dall’onere (1,61%) relativo alla nuova forma assicurativa;
– nel caso di apprendistato per lavoratori in mobilità (art. 7, co. 4 del T.U.), la contribuzione a carico del datore di lavoro sarà pari – per la durata di 18 mesi dalla data di assunzione – al 10%; potrà applicarsi, inoltre, per ogni mensilità di retribuzione corrisposta all’apprendista, il beneficio del contributo mensile pari al 50% dell’indennità di mobilità che sarebbe spettata al lavoratore assunto. Per i predetti rapporti di lavoro – limitatamente al periodo di vigenza dell’agevolazione – l’aliquota complessiva da versare si attesterà in misura pari al 15,84% (10% + 5,84% a carico
dell’apprendista). Al termine dei 18 mesi previsti dalla norma, la contribuzione datoriale sarà dovuta in misura piena; la quota a carico del lavoratore, invece, rimarrà pari al 5,84% per tutta la durata del contratto di apprendistato. Per essere ammesso al regime contributivo agevolato, il datore di lavoro dovrà trasmettere all’Inps specifica dichiarazione di responsabilità. Nel caso in cui il lavoratore iscritto nelle liste di mobilità abbia i requisiti anagrafici e soggettivi previsti dalla disciplina a sostegno delle tre tipologie di apprendistato, si applicherà, di norma, la normale
disciplina dell’apprendistato e il relativo regime contributivo. Si applicherà invece la particolare disciplina di cui sopra se il datore di lavoro e il lavoratore abbiano inserito nell’originario contratto – espressamente e per iscritto – la clausola con cui rinunciano alla facoltà di recesso al termine del periodo di formazione;
– il regime contributivo agevolato è mantenuto per un anno dalla prosecuzione del rapporto di lavoro con l’apprendista, successivo alla fine del periodo di formazione. Tale incentivo non si applica ai lavoratori assunti con contratto di apprendistato dalle liste di mobilità.

Si ringrazia per le informazioni:

CONSULENZA & SERVIZI
LAVORO – GESTIONE AZIENDALE

DR. MICHELE CORBETTA

via Montenero 12/a
22044 – Inverigo (CO)
Cell.393.2006446
mcorbetta63@gmail.com