Mondiale Brasile 2014 e mercato immobiliare

E’ iniziato il mondiale di calcio in terra brasiliana. I riflettori si sono accesi e per almeno un mese l’attenzione mediatica mondiale è tutta dedicata a questo incredibile evento. Notizie, informazioni, gossip, mondanità varie, bellezze in costume,speciale-mondiali-brasile-2014-news-curiosità tifosi, wags e qualche considerazione puramente sportiva saranno l’argomento principiale di tutti noi. Per organizzare la manifestazione il Brasile ed il mondo intero si sono impegnati a fondo. I soldi sono stati trovati, i poveretti ed i contestatori spazzati via, le nazionali hanno fatto spese faraoniche per esserci. In Italia, dove notoriamente non ci facciamo mancare nulla, abbiamo preso un resort in esclusiva per far soggiornare gli atleti in camera singola a 300 € a notte, abbiamo la delegazione più folta, ci siamo portati cibo e cuochi… Ovvio, mica siamo come gli altri che arrivano con la metà di delegati che fanno dormire i ragazzi insieme etc. etc. Siamo italiani, i nostri parlamentari sono quelli che guadagnano di più in italia ed in europa, i nostri ambasciatori sono i più pagati nel mondo, gli amministratori pubblici idem, i calciatori possono essere da meno? Ma di questo non parliamo, inutile dire che se poi l’Italia dovesse arrivare fino alla fine la felicità popolare sarebbe tale che la solita stangatina settembrina di tasse e quant’altro passerebbe inosservata. Ma se così non fosse per almeno un mesetto non si parlerà d’altro, tutti felici e tutti contenti. Se vogliamo trovare un aspetto positivo si potrebbe dire che almeno per un po’ saremo distratti dai soliti pensieri di crisi e difficoltà. Potremo per un po’ dimenticarci delle difficoltà del lavoro, del mercato immobiliare, del mutuo casa. Vivremo in un vortice di informazioni, immagini e racconti a tutto samba ed allegria. Speriamo che l’italia possa essere vincente così che l’euforia possa essere contagiosa e che i mercati ricomincino a correre e che il mondo intero venga così ad investire nel made in Italy. Riprenderanno le produzioni a pieno regime, le aziende ritorneranno ad assumere, gli operai faranno gli straordinari e cominceranno ad avere una stabilità economica e lavorativa di un tempo.  In questa tempesta di ottimismo e nuova vitalità anche le banche ricominceranno a concedere mutui e prestiti alle famiglie che potranno così comprare o ristrutturare casa rilanciando il settore immobiliare…Sì lo so, utopia o fragile speranza. Chi lo sa? Di certo è un principio o un’idea decisamente più esaltante dello spettacolo offerto dalla prima partita andata in onda ieri sera: Brasile-Croazia… Vedere un calciatore che simula un fallo per prendere un rigore e vincere rubando una partita, è qualcosa di indegno. Un esempio in mondo visione che nessuno stigmatizza e che purtroppo rimane un cattivo esempio per i nostri figli.  Purtroppo lo specchio fedele della società contemporanea dove rubare e fare i furbi è lo sport più praticato.. proprio come il calcio. Evviva la crisi!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...