Fisco ed indagini finanziarie

Da lunedì 24.06.2013 banche e società finanziarie hanno iniziato ad aprire i cassetti e a trasmettere informazioni su movimenti e saldi dei conti correnti.

L’obbligo riguarda gli intermediari finanziari elencati all’art. 7, c. 6 del DPR n. 605/1973 – tra cui istituti di credito, Poste Italiane, OICR e SGR – i quali dovranno segnalare i dati identificativi dei rapporti finanziari in essere con i propri clienti, compreso il codice univoco, riferito al soggetto (persona fisica e non) titolare della disponibilità e di tutti gli eventuali cointestatari, nonché i dati relativi ai saldi iniziali e finali. Tra i rapporti che formano oggetto di comunicazione, oltre ai conti correnti, rientrano: conti di deposito e di risparmio; fondi e gestioni individuali; movimentazioni delle cassette di sicurezza; polizze assicurative; finanziamenti; acquisti e vendite di metalli preziosi.

La prima scadenza fissata dal provvedimento è quella del 31.10.2013, data entro la quale dovranno essere trasmessi i dati relativi al 2011, mentre per quelli relativi al 2012, il termine è fissato al 31.03.2014. A regime, invece, gli operatori finanziari dovranno effettuare la comunicazione su base annuale, trasmettendola entro il 20 aprile dell’anno successivo a quello al quale sono riferite le informazioni. Un successivo provvedimento del direttore dell’Agenzia individuerà i criteri per l’elaborazione di specifiche liste selettive di contribuenti a maggior rischio di evasione.

Sicuramente stanare e controllare chi evade il fisco in maniera pesante è una priorità per uno stato di diritto. Peccato che poi quando leggi la normale cronaca quotidiana scopri che i primi a non essere ligi al diritto sono proprio coloro che ci controllano: gente che timbra il cartellino e va a farsi i fatti propri, gente che si ricarica il telefonino con le chiamate dall’ufficio, gente che si fa rimborsare le spese più incredibili, gente che va in vacanza con soldi di tangenti o con sconti 100%, gente che spende denari pubblici per acquistarsi l’auto, la laurea e così via.

Tutta sta gente tra l’altro, verrà pure inquisita ed indagata ma alla fine con i rimborsi e le varie diarie che è “incostituzionale” togliere loro… guarda caso, continuano a fare la bella vita. L’imprenditore o il piccolo artigiano che, probabilmente non sarà uno stinco di santo, ma che si è sudato il proprio guadagno lavorando tutti i santi giorni, rischiando il proprio capitale, lottando con la concorrenza, la burocrazia e quant’altro… viene messo sotto la lente d’ingrandimento.

Ora, in un momento in cui l’economia deve poter riprendere fiato, attingendo a tutte le risorse finanziarie disponibili anche quelle eventualmente accantonate negli anni è mai possibile che non c’è nessuno che si renda conto che la continua repressione, controllo e inquisizione provochi una ancor maggiore fuga delle risorse? Il mercato immobiliare è in crisi per tante ragioni. Una delle ragioni che ad esempio stanno facendo danni incredibili è questo continuo stillicidio di controlli incrociati.

Infatti, in un momento in cui i prezzi sono in picchiata ed in cui c’è un’offerta enorme, chi avesse dei quattrini da investire potrebbe fare grandi, grandissimi affari. Eppure nessuno si muove. Come mai? I signori che ci governano o sono cretini o vivono su di un altro pianeta…. (anch’io a 15.000 euro mese me ne starei a sparare minchiate come loro tutto il giorno).

Oggi se hai dei quattrini da parte e se anche li hai risparmiati lecitamente mangiando pane e cipolla per 30 anni quando andrai ad acquistare un immobile oltre a doverci pagare delle imposte (salate) di legge dovrai dichiarare da quale conto arrivano i soldi e di conseguenza ti esporrai ad un controllo, lecito ovviamente….

Quindi, chi ha dei quattrini e vive sereno per quale motivo dovrebbe andare a cercarsi possibili guai? Molte società ed imprese che potrebbero sopperire alla crisi perché dispongono di risorse per investire e ripartire non fanno nulla proprio per evitare sante inquisizioni. Eppure questo potrebbe essere il miglior momento in assoluto per investire!

Vero… ma tutti stanno fermi e loro controllano. Bene, bravi, bis.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...