Crisi immobiliare e fame nel mondo, stessa percezione…

Ogni giorno leggo articoli, parlo con la gente comune, affronto trattative con i clienti ed inevitabilmente si parla della crisi del settore. Ognuno ovviamente dice la sua, ognuno ha un proprio punto di vista più o meno interessante. Per chi, come il sottoscritto,

che fatica raggiungere gli obiettivi se non conosci la strada
che fatica raggiungere gli obiettivi se non conosci la strada

vive quotidianamente la situazione relativa al mercato immobiliare c’è la sensazione, anzi ormai la certezza, che ben pochi abbiano percepito la reale situazione. Pochi hanno compreso a fondo quanto la realtà sia lontana anni luce dai fasti o dalla normalità di qualche anno fa. Nessuno, salvo solo gli operatori del settore, riescono a comprendere la portata del problema. Negli ultimi mesi infatti, la frase ricorrente che ho sentito dire nelle trattative è stata: ” mah, il prezzo offerto è troppo basso. Non abbiamo urgenza di vendere…”. Come se il mercato si potesse riprendere entro qualche mese…(secondo il mio personale punto di vista ci vorranno almeno 10 anni per tornare alla normalità). Inoltre il valore troppo basso cosa significa? Il valore si intende basso rispetto a cosa? Di solito è riferito al prezzo di mercato, certo. Ma il mercato ci deve essere per poter avere una forma di paragone! Se, com’è oggi nella realtà, un mercato vero di compravendite e scambi non esiste più, come si fa  determinare il vero valore di riferimento. In un momento come questo dove (e non sono parole mie) il mercato del lavoro è ai mini storici (1977) con tassi di disoccupazione mai visti e con un sistema di accesso al credito di fatto bloccato… ma quale mercato ci può essere e quale prospettiva? Allora oggi più semplicemente si potrebbe dire che non c’è un riferimento di mercato ma c’è, quando sei fortunato un’offerta. In mancanza di altro ritieniti fortunato ad averne una, concreta, seria. Quello è il tuo valore, sapendo che con un’infinità di proposte che propone il mercato sei davvero fortunato ad aver incontrato qualcuno disponibile a comprare il tuo immobile. Sembrerebbe tutto logico, sembrerebbe almeno per chi come me opera nel settore e ben capisce la situazione. Chi invece la vive da fuori, purtroppo, non riesce a comprendere.

Chi vive da fuori la situazione è come chi discute di fame nel mondo… Anche a me come a molti di noi è capitato di discutere di fame nel terzo mondo, della difficoltà delle popolazioni devastate dalla siccità, ecc. Abbiamo pure mandato l’sms solidale. Bene. Da lì a capire cosa significa avere fame quando aprendo il tuo bel frigo no-frost di casa trovi ogni bene il passo è lungo, lunghissimo. Ecco parlare di crisi del settore immobiliare oggi è come parlare di fame nel mondo ha chi ha il frigo pieno a casa.

Continuerà a pensare che sì il problema c’è… ma…

Chi scrive questo breve post, purtroppo, ha l’abitudine di parlare per esperienza diretta e non per sentito dire… come spesso succede. Forse non sarò un luminare del settore immobiliare ma so, per certo, cosa vuol dire aver fame. So cosa vuol dire non avere il frigo (in senso vero della mancanza del frigo) e quindi tutto ciò che ne consegue.

La crisi del mercato è reale, anche la fame lo è. Parlare di cibo non riempie la pancia così come sperare di vendere non vi aiuta a pagare l’IMU, le spese condominiali, gli interessi del mutuo… e nemmeno a guadagnare di più.

Meditate gente, meditate.

Marco Ferrari

Un commento

  1. Intanto dobbiamo smaltire un po di case vuote – e senza nuove famiglie dotate di stipendi la vedo dura. Se cominciamo e ci diamo da fare, in dieci o venti anni forse potremo tornare a posare qualche mattone. Forse. Intanto ci godiamo i guai che abbiamo combinato negli ultimi due decenni, quelli non si possono nascondere.

    "Mi piace"

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...