Il mercato immobiliare è rotondo, e la terra non è piatta…

Per mille e settecento anni si è pensato che il mondo fosse piatto. Non certo perché tutti fossero dementi ma semplicemente per il fatto che lo scorrere della vita e l’osservazione del quotidiano ci insegnava e ci convinceva che quella era la realtà delle cose. Tutti ma proprio tutti dai più saggi agli analfabeti erano fermamente convinti che il pianeta fosse piatto, una tavola gigantesca e pianeggiante. Un pensiero consolidato in migliaia di anni e di osservazioni quotidiane di ciascun uomo o donna presenti sul pianeta terra. Allo stesso modo per oltre 2000 anni si è pensato che il mercato immobiliare avesse delle regole chiare, precise: domanda ed offerta. Sale una si abbassa l’altra e viceversa. Consuetudine talmente consolidata che ognuno di noi, forte delle convinzioni radicate in tanti anni di vendite, proposte ed offerte ha consolidato pensando che in fondo queste fossero le regole del sistema. Come per la terra piatta anche per il mercato immobiliare il mondo pareva essere una grande tavola con qualche alto e qualche basso… qualche monte e qualche piccola crisi ma tutto fondamentalmente piatto… Così scontato che per tutti noi pensare un mondo diverso era pura follia, fantascienza. Purtroppo il mercato immobiliare è tondo, non è piatto e quello che abbiamo pensato fino ad ora deve essere riconsiderato. Alcuni lo anno intuito ma non ancora recepito. Lo si accetta, infatti, e lo si condivide solo in forma teorica, come un bel discorso ma che, in fondo in fondo, si pensa e ci si comporta come se invece la realtà sia sempre quella. Il pazzo che aveva detto che il mondo era tondo, resta un pazzo, e l’agente che grida che non c’è più un mercato e che, di fatto, non c’è più un valore vero di riferimento resta un ciarlatano. Certo se guardo davanti al mio naso vedo ed osservo il mondo piatto davanti a me, cammino, cammino e continuo a vedere il mondo piatto e così non capisco non percepisco la reale situazione. Quasi quasi penso che quel buffone che va raccontando che il mondo è rotondo forse è un vero pazzo visionario. Questo è quello che succede nel mondo immobiliare in questo periodo.

Vedo sguardi basiti nei clienti ai quali racconto che il mercato immobiliare non è più piatto ma ha preso una forma tonda senza più punti di riferimento: senza punti cardinali fissi perché è diventato una palla che gira intorno e su se stessa con l’asse anch’esso a longitudine variabile… Vedo la gente che mi ascolta, annuisce col capo, ma alla fine continua a pensare che sarà il momento ma prima o poi si tornerà come prima… come a dire: “…va beh adesso sarà pure tonda la terra ma prima o poi tornerà piatta!”. No. Non tornerà mai più piatta perché è tonda. Il che non vuol dire che non ci si possa più vivere come prima, ma certamente il nostro approccio ad essa dovrà cambiare.Ovviamente cambiano tutti i parametri rispetto alla visione precedente.

Così il mercato tondo dovrà essere osservato e vissuto con occhi nuovi perché avrà dinamiche diverse da rispettare. Oggi ci sono nuovi meridiani e nuovi paralleli a cui fare riferimento per il mercato. Nuove terminologie e nuovi linguaggi dovranno prendere il posto dei vecchi affari, vendite o svendite che dir si voglia. Nulla di più obsoleto e inutile sarà il termine svendere…Oggi si può offrire un bene nella speranza che soddisfi le esigenze di un compratore disposto a pagare un prezzo per lui possibile. Non c’è un minimo o un massimo che determina la bontà o meno di una transazione ma c’è un rapporto di soddisfazione reciproco che consenta di fare una data operazione immobiliare. Se prima facevo un’operazione con valore 100 ed oggi faccio la medesima operazione con valore 10 con piena soddisfazione… non ho svenduto niente! Ho soddisfatto le mie esigenze, a costi più bassi! Aggiungerei che non c’è da vergognarsi, anzi è pure più vantaggioso… Ma anche questo è difficile da comprendere dopo oltre 2000 anni a pensare che l’apparire conta più dell’essere.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...