La casa c’è! E’ sull’isola che non c’è…

La casa è un sogno, un desiderio, una passione, uno stile di vita, un punto di arrivo o un semplice investimento. Ognuno di noi associa alla casa il proprio valore/desiderio, prettamente personale. Molte volte la ricerca per trovare la soluzione che ci soddisfi pienamente è lunga e complessa. Altre volte invece l’affinità è più facile ed intuitiva. Non c’è una regola da seguire, non c’è un tempo entro il quale la ricerca si può dire conclusa e non c’è un parametro certo per stabilire quando il risultato è buono o cattivo. Proprio per il fatto che la soggettività della ricerca è un fattore così unico ed univoco per ciascuno di noi è pressoché impossibile stabilire uno spartiacque che vada bene sempre. Semmai alcune volte sarebbe il caso che ognuno di noi stabilisse cosa rappresenta la casa per sé per indirizzare la ricerca sui giusti canali. A volte sarebbe opportuno ricordarsi che il nostro valore assoluto di casa non corrisponde al valore di mercato e viceversa. Ancor meglio sarebbe che ognuno avesse coscienza che riuscire a trovare il 100% delle nostre esigenze, sogni, bisogni in una soluzione abitativa è impresa assai ardua. Per forza di cose ogni soluzione presenta aspetti positivi ed altri negativi, oppure semplicemente caratteristiche meno gradite o non desiderate. Tutto ciò sembrerà banale ai più ma garantisco che non è tutto poi così scontato. Per molti la ricerca della casa è la ricerca dell’isola che non c’è. Per alcuni quasi un passatempo, per altri la riproposizione “settimanale” (quasi tutti i sabati) della celebre commedia di Samuel Beckett, ovvero “waiting for Godot” (aspettando Godot). Per chi non conoscesse questa commedia trattasi di personaggi che sono perennemente in attesa di questo fantomatico Sig. Godot che però non arriva mai. Ecco perennemente alla ricerca dell’appartamento dei sogni che non arriva mai… una volta il prezzo è troppo alto, un’altra troppo piccolo, poi troppo grande, a volte la camera non ha vista, il balcone è piccolo, il terrazzo troppo stretto, le spese condominiali troppo alte, il riscaldamento…. etc.

Ecco questa piccola storiella vuole semplicemente raccontare e ricordare che in questo momento di mercato si può sognare di trovare la casa dei nostri sogni, vista la grande disponibilità di proposte e la disponibilità di prezzi e condizioni di acquisto… Con un pizzico di buon senso il sogno diventa realtà, senza resta solo utopia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...