Non c’è una seconda occasione per chiudere una trattativa

Nonostante gli immobili restino vuoti per anni, nonostante gli inquilini abbiano difficoltà nel pagare il canone di locazione, Wheat field at sunsetnonostante la tassazione sugli immobili incida pesantemente sulle tasche dei proprietari, nonostante il degrado a cui vanno incontro gli immobili abbandonati a se stessi senza manutenzione o utilizzo…. nonostante tutto ciò i proprietari continuano imperterriti a voler vendere/affittare secondo i vecchi metodi. Ovvero cercando prezzi alti o fuori mercato, oppure ostinandosi a condurre trattative al rialzo. Purtroppo, in epoche ormai remote, le trattative si susseguivano con una certa costanza dando così la possibilità ai proprietari scegliere tra vari potenziali interlocutori. Si poteva inoltre “forzare” la trattativa con i soliti ed ormai obsoleti e vetusti metodi, cioè facendo finta di non aver bisogno… di volerci pensare, di voler valutare l’offerta… di valutare anche le proposte di altri clienti interessati… Insomma tutto per prendere tempo e per favorire una trattativa al rialzo giocando sull’interesse manifesto del proponente. Ora questo giochino non si può più fare. E’ deleterio per il proprietario. Il cliente, quando capita, capita una sola volta. Se non chiudi scappa. Non perché stupido ma perché può valutare molte altre offerte simili. Perché il cliente che oggi si può permettere una trattativa sia essa di vendita o di locazione sa benissimo che molte sono le possibilità che il mercato gli offre. Probabilmente si è pure stancato di stare al solito ed inutile giochino delle parti. Il cliente che ti fa un’offerta ha già visto altro, ha già valutato il proprio interesse, non ha bisogno di perdere altro tempo in trattative estenuanti. Semmai dedica il tempo su altre offerte disponibili. Non manca certo la possibilità di trovare offerte. Semmai è il proprietario che via quel cliente si ritrova a dover fare i conti con lì’immobile vuoto, la tassazione…. etc. Forse è arrivato il momento di capire che non c’è una seconda occasione davanti ad un’offerta seria. Davanti ad un cliente che vuole acquistare o affittare un immobile. Forse c’è bisogno di capire che è arrivato il momento di cambiare strategia o semplicemente di capire che se c’è un’offerta, quella è la migliore disponibile. Che i tempi decisionali sono cambiati, quando il cliente dimostra interesse concreto vuol dire che ha visionato e fatto considerazioni concrete in merito al tuo immobile. Carpe diem caro proprietario. Con ciò, non si tratta dover svendere ma di capire che quello che offre il mercato è questo: una sola possibilità. Sta a te saperla cogliere, mettendo il tuo interlocutore nelle condizioni di fare un accordo schietto e sincero. Senza tergiversare alla ricerca di valori e condizioni di mercato che oggi non esistono più. Come dice il saggio, non c’è una seconda occasione per lasciare una buona impressione. Caro proprietario se ti trovi davanti ad un cliente interessato vuol dire che una prima buona impressione l’hai già fatta con il tuo immobile… non insistere, chiudi la trattativa e non buttarla al vento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...