Un po’ di tutto, di tutto un po’…

Il bello del settore immobiliare è che si può dire tutto ed il contrario di tutto. Che, un po’ come succede nel mondo del pallone, basta conoscere un po’ del tutto per poter silenzio-610x258parlare del tutto come se si fosse un vero esperto…. di tutto. Dall’operatore che, non sempre esperto lo è, al cliente che allo stesso modo ritiene di conoscere bene ciò che invece semplice e chiaro non sempre lo è. Così spesso capita che le discussioni e le trattative vertano su un po’ di tutto e di tutto un po’. Tra colleghi, tra clienti, tra operatori in generale. Succede quindi che i problemi di un mercato così importante vengano discussi ed affrontati con lo spirito “tuttologo” che spiega e torva soluzioni con un pizzico di tutto un po’. In fondo non c’è mai un solo problema ed una sola soluzione…. ci sono una serie di concause e un possibile elenco di soluzioni. Vero. Vero anche che un po’ di problemi non si possono affrontare con un po’ di soluzioni…. Così, mischiate a caso. Ci sono situazioni/problemi con importanza/rilevanza diversa. Ci sono situazioni che possono essere risolte nell’immediato, altre che andrebbero pianificate nel tempo. Bisognerebbe avere una vision che vada oltre la situazione contingente. Invece tutti si continua a ragionare sull’oggi, adesso, ora per risolvere il problema contingente senza pensare che un’analisi ben fatta dello stato delle cose vada altresì inquadrata e guardata con una visione futura. Con una pianificazione ragionata e consapevole al fine di produrre risultati e cambiamenti positivi. Precisi, puntuali, corretti.

Così aziende del settore, operatori, agenti immobiliari in primis si dannano l’anima per sopravvivere facendo di tutto un po’ ed un po’ di tutto. Niente visione, niente strategie, nessun passo indietro e nessuna voglia di voler veramente guardare a cosa si può cambiare, a come poter migliorare. Per fare tutto meglio o per fare poco ma bene. Per trovare soluzioni concrete.

Ora, prima che qualcuno si senta toccato nel vivo o prima di passare per un pessimista e disfattista, sono convinto che per alcuni il cambiamento sia già iniziato. Che alcuni facciano con pieno merito e dedizione il proprio lavoro. Purtroppo vedo che la maggior parte di noi fa un po’ di tutto e di tutto un po’, a volte per pigrizia, spesso per paura che il cambiamento ci possa danneggiare…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...