Un calcio all’immobiliare

Il mondo immobiliare come il mondo del calcio… tutti ne hanno sentito parlare e downloadquasi tutti ci hanno giocato. Anche chi l’ha solo visto in Tv si ritiene un esperto. E poi, chi non ha mai tirato un calcio ad un pallone?  Inoltre è un gioco così semplice, all’apparenza, che chiunque, ma proprio chiunque, riesce a dare un calcio al pallone! Dai non è mica difficile: bambini e adulti, uomini o donne non c’è differenza… tutti possono divertirsi al gioco del cacio. Semplice appunto, un po’ come vendere o affittare un immobile. Se hai un immobile interessante troverai prima o poi qualcuno che lo vuole. Poi c’è chi dice che la differenza la fa il venditore, chi il prezzo, chi il marketing e chi invece sostiene che è fondamentale l’aspetto tecnico, la zona, il piano, l’accesso al credito. Però è necessario avere competenze, buona comunicazione, preparazione, formazione. Altri invece che il “culo” (più comunemente chiamato buona sorte) sia la chiave determinante. Insomma come dire che il palo è un quasi gol, che il gioco a zona è meglio della marcatura a uomo, che gli schemi 4-4-2, 4-3-3, 3-5-2 sono i migliori mentre il 4-2-4 è una minchiata che si è sognato solo Ventura! La velocità, l’allenamento, l’erba del campo, il giorno, la notte, le scarpe, la concentrazione, i compagni, l’allenatore… sono tutte variabili sacrosante del gioco del pallone, Ognuno strenuamente convinto della propria opinione. Pure con santa ragione.

Mi pare però che ultimamente si stia un po’ esagerando: ognuno santifica la propria opinione. Ognuno ha la soluzione giusta per rimettere in carreggiata l’itero settore ed i suoi protagonisti. La formazione, fondamentale. Giusto. L’home-staging, altrettanto. La motivazione, idem. Il marketing… Tutte strade giuste e corrette. Da perseguire e rafforzare con costanza e attenzione. Importantissime per migliorare la performance, come succede anche nel calcio: allenamenti, allenamenti, tattica, studio… ma per quanto tu possa essere allenato, preparato, motivato, se hai due ferri da stiro al posto dei piedi sarai sempre un calciatore scarso. Preparato ma scarso. Però ti puoi allenare e così puoi migliorare la prestazione. Se però ti alleni come il migliore degli atleti e ti manca il pallone… o una squadra in cui giocare…

Così se sei un agente preparatissimo, aggiornatissimo, super mega social, molto smart ed un po’ fashion ma ti manca la “stoffa”, la classe, la schiena dritta per seguire il tuo lavoro con una deontologia professionale seria resterai sempre un gran calciatore senza pallone. Oggi si discute molto di allenamenti e divise, di tecnica e motivazione, tutti concetti importanti. Purtroppo si parla poco di regole. Di regole giuste, di campi di gara regolamentari e regolamentati in maniera opportuna. Insomma si preferisce buttare la palla al centro e via… un calcio di qua ed uno di la… tanto la palla è rotonda e prima o poi, magari ci scappa un gol!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...